I classici della gelateria italiana

11 07 2008

L’italiano medio aveva bisogno di conoscere quest’utile informazione. I classici non tramontano mai. Al TG1 lo sanno bene, e perciò con l’arrivo dell’estate un bel servizio sul gelato ci sta tutto. Un tempo i giornalisti italiani erano inviati in guerra, documentavano fatti da paesi lontani,… Ora le redazioni dei TG mandano i loro migliori reporter nelle gelaterie.

TG1, edizione 20:00, servizio di Barbara Capponi – Coppe, coni, vaschette da gustare seduti o camminando. Il gelato sembra una passione alla quale le famiglie italiane proprio non rinunciano; con un forte ritorno alla tradizione. «Sempre tradizionali, ma magari provando quelli al cioccolato al peperoncino, provando delle varianti, ma sempre il gusto tradizionale del cioccolato… intramontabile!». «Stracciatella, cream caramel, e vabbè… bacio». «Fragola, nocciola… cose molto classiche insomma.». «Non sono mai tramontati i classici, tipo che può essere una crema, una nocciola, un cioccolato. Quindi diciamo, sì, c’è una riscoperta del tradizionale». Artigianale o industriale che sia ne consumiamo ogni anno oltre 15 chili a testa: un giro d’affari di 5 miliardi di euro e quest’anno, dice ConfCommercio, i consumi sono già aumentati del 10%. Un bel successo per il settore, visto anche il panorama economico non propriamente esaltante. «Devo dire che sono a dieta, ma in questo momento un gelato alla frutta me lo concedo». «Quanti ne mangia?» «Se fosse per me tutti i giorni, ma per la linea poi dico “no, vabè”». Il gelato made in Italy piace molto anche all’estero: solo in Germania ci sono oltre 3.000 gelaterie italiane e mercati attraenti stanno diventando anche Russia, Spagna, Sud America e Australia.

Vota questo post: OkNO – OKNOTIZIE





Assalti in 21 paesi

11 07 2008
sheep countdown

sheep countdown

E’ una notizia sconcertante. Sembra che siano scoppiate rivolte in 21 paesi. Assalti continui si sono verificati dalla mezzanotte in poi. Non è ancora definitivo il numero degli iPhone superstiti, ma il numero dei venduti cresce di ora in ora.
Branchi di consumatori impazziti infestano ancora le strade delle principali città. Si consiglia di rimanere in casa ed attendere che le greggi si disperdano. La preoccupazione delle autorità è che gli iPhone possano terminare rendendo aggressiva e violenta la mandria di esemplari che ancora non possiede il fantastico aggeggio. Sembra comunque che la gran parte della torma sia ora sottocontrollo: gli esemplari ritrovano la calma accarezzando l’oggetto appena acquistato.

TG1, edizione 13:30, servizio di Francesco di Mario – Tutti in fila per l’iPhone. Lungo pomeriggio di attesa per tanti fan del nuovo telefonino di tendenza davanti ai negozi che hanno iniziato a venderlo a mezzanotte. Qui siamo a Roma, a piazza Colonna. « Ho visto la presentazione Internet, sembra un qualcosa di strepitoso…».

sheep assault

sheep assault

«Secondo me costa troppo, però lo prendo lo stesso!». Dentro fervono i preparativi sotto l’occhio ansioso dei clienti in coda. Poi arriva la mezzanotte, l’ora X. Per i primi appassionati del “melafonino” c’è anche un buffet. La felicità di avere in mano il desiderato gadget fa dimenticare la stanchezza. «E’ un cellulare meraviglioso, non vedo l’ora di prenderlo».«E’ veramente un… un oggettino veramente… veramente… perfetto! Completo». File e assalti ai negozi anche negli altri 21 paesi nei quali è arrivato l’iPhone 3G: da Tokyo a Madrid. Tanto entusiasmo per il nuovo gadget digitale chein Italia si acquista a partire da 499 euro. Per pagarlo di meno o non pagarlo serve un abbonamento a Tim o Vodafone. Critici i consumatori che chiedono prezzi più bassi e hanno chiamato in causa l’antitrust. Il Garante ha aperto un fascicolo richiedendo informazioni ai due gestori.

Vota questo post: OkNO – OKNOTIZIE





Recensione iPhone a cura del TG1

10 07 2008
iPhone TG1

Sembra pubblicità, ma si tratta, invece, di una notizia di rilevanza mondiale. Giorgino lancia così il servizio:

“Da domani è in vendita in Italia, e in altri 21 paesi, l’iPhone, telefonino di tendenza, già venduto in 6 milioni di esemplari in tutto il mondo.”

La portata della notizia è talmente grande che non si sarebbe potuto evitare di parlarne. Bisogna precisarlo, perchè questa non è pubblicità.

E’ un evento mondiale che va documentato dal principale TG nazionale. Non si tratta di mera pubblicità.

Il servizio del TG1 ci da modo di conoscere il prodotto, di apprezzarne i dettagli e le funzionalità. Il giornalista ha messo alla prova per noi l’apparecchio. Qualcuno la chiamerebbe pubblicità, ma questa è informazione.

Anche la tecnologia è parte della società del nostro tempo. Il telegiornale ha il dovere di presentare un quadro completo del mondo in cui viviamo, perciò deve parlare anche di apparecchi di tendenza. La pubblicità è altro, qui si tratta di informare e di farlo come si deve.

TG1, edizione 13:30, servizio di Francesco di Mario – C’è tanto di futuro nell’iPhone, l’apparecchio digitale che ha reinventato il telefono, secondo Steve Jobs, guru dell’americana Apple. Il “melafonino” è sottile, ergonomico, dal design curatissimo. L’iPhone sbarca in Italia nella seconda versione, la 3G, capace di navigare su Internet a grande velocità. Collegarsi alla rete è facile: basta sfiorare l’icona del browser Safari e in pochi secondi siamo nel web. Le pagine dei siti si ingrandiscono, si rimpiccioliscono con il movimento delle dita; lo stesso metodo che usiamo per far scorrere le foto, vederle in orizzontale o verticale, guardarne i particolari. Altra novità dell’iPhone è la funzione GPS: scriviamo l’indirizzo da raggiungere e il telefonino ci fa da navigatore, anche con immagini del satellite. Se vogliamo ci indica ristoranti e luoghi d’interesse. L’iPhone è poi un lettore di musica, un iPod più grande: scaricate le canzoni dal PC o da Internet basta sfiorarne il titolo per ascoltarle in cuffia. Volendo trovare difetti all’iPhone si può dire che la tastiera per scrivere non è sempre efficace o che mancano gli MMS. Sono poi in parecchi a dire che è caro: i prezzi partono da 499 euro. Per pagarlo di meno, o non pagarlo, bisogna puntare su contratti biennali con TIM o Vodafone. Chi ha una ricaricabile può acquistarlo e aggiungere un minimo di 10 euro al mese per la connessione ad Internet.

Vota questo post: OkNO – OKNOTIZIE





Il primo giorno di scuola della figlia dell’erede al trono del Giappone

10 04 2008

Notizia internazionale di primo piano. Una bambina giapponese va a scuola. Purtroppo la RAI non ha potuto trasmettere la diretta dell’evento perchè non è riuscita ad aggiudicarsi i costosissimi diritti televisivi. Ma l’azienda di viale Mazzini ha già rimediato firmando un contratto di opzione per i diritti sui prossimi eventi che riguarderanno la bambina: il primo dente da latte caduto, la prima pagella,…

TG1, edizione 13:30, in studio Filippo Gaudenzi – Primo giorno di scuola, oggi, per la principessina Aiko, la figlia dell’erede al trono del Giappone Naruhito e della principessa Masako. Accompagnata dai genitori, Aiko, la vedete, 6 anni, è apparsa sorridente davanti ai fotografi con una grande cartella e l’uniforme di una delle scuole elementari più prestigiose del centro di Tokyo. Da domani invece la bambina andrà ogni mattina a scuola a piedi da sola come fanno tutti gli scolari giapponesi. Aiko è l’unica figlia dell’erede al trono, ma non potrà succedergli perchè la legge salica non è stata riformata e solo i maschi possono diventare imperatori.

Vota questo post: OkNO – OKNOTIZIE





TG1 infedeltà

10 04 2008

Anche oggi il TG1 ci presenta i rigorosi risultati di una ricerca scientifica. Questa volta lo studio è stato svolto in Inghilterra. E questa volta Laura non resiste e sfoga il suo rancore durante il servizio. Ci dispiace molto per lei. Ma gli facciamo i nostri complimenti perchè è riuscita, nonostante tutto, a confezionare un servizio intorno ad una non-notizia, infilandoci anche 2 personaggi famosi e 4 interviste-banalità.

TG1, edizione 13:30, servizio di Laura Cason – Lo studio inglese riporta in auge la fisiognomica rivelando che nei lineamenti del viso è scritta a chiare lettere l’attitudine alla fedeltà sessuale. Insomma basta un’occhiata per capire che intenzioni cova il potenziale partner. Prendiamo due personaggi famosi, entrambi considerati infedeli secondo i canoni della ricerca. Lei, Charlize Theron, ha occhi da cerbiatta, labbra piuttosto carnose, zigomi leggermente pronunciati. Lui, Bruce Willis, naso corto e largo, occhi piccoli, penetranti, mascella squadrata. Con loro due solo un’avventura. Ma sarà proprio vero che il volto è lo specchio delle inclinazioni di una persona? “Forse sì, probabilmente dal taglio degli occhi”. “Mmmh no, sinceramente no. Bisogna prima tentare un approccio”. “Il sorriso più che i tratti somatici”. “Mah, gli occhi dicono tanto”. Molti di sicuro gli scettici che non credono a questa ricerca; tra loro la sottoscritta: per un uomo che riteneva il prototipo della serietà, fisiognomica compresa, avrebbe messo entrambe le mani sul fuoco. Con la triste conseguenza che oggi non è nemmeno in grado di scrivere questo pezzo.

Vota questo post: OkNO – OKNOTIZIE





TG1 subliminale

5 02 2008

Sono d’accordo: Naomi farebbe scatenare anche i sassi (oltre a Sassoli).
Davvero un bel servizio. Da notare come alla redazione del TG1 siano stati attenti a non pubblicizzare il prodotto pubblicizzato dalla pubblicità mostrata nel video.

( Uhm… ho sete. )

Beh poi l’animazione dei piccoli rettili era davvero carina.

( devo bere qualcosa…)

Eheh, e poi “Thriller” è una delle mie preferite… “…’cause this is thriller, thriller night there ain’t no second chance against the thing with forty eyes…” yeah!

( …una bibita rossa, energetica… come quella nella pubblicità di Naomi! )

Ed ecco che il messaggio subliminale si manifesta!
Tranquilli è normale se ora state pensando a:
1) Naomi Campbell
2) come si chiama la bevanda?
3) dove ho messo i cd di Michael Jackson?
Sono messaggi subliminali. Siamo passati dai servizi di pubblica pubblicità ai servizi sulle pubblicità.

Da piazza Mazzini promettono che entro il 2012 i telegiornali trasmetteranno solo pubblicità. “Apriamo il tg con la notizia della scomparsa dell’omino bianco. Dalla notte scorsa squadre di Carabinieri sono impegnate nelle ricerche…”

TG1, edizione 20:00, in studio David Sassoli – Si produce in una danza provocante e sensuale, accanto a se un gruppo di rettili altrettanto scatenati nel ballo. E’ apparsa così Naomi Campbell nello spot di una bevanda trasmesso durante la finale del SuperBowl, negli Stati Uniti. Naomi trasmette tutto il suo fascino con movenze che trascinano nel ritmo anche i rettili che hanno assaggiato la bevanda. La musica è di Michael Jackson.

Vota questo post: OkNO – OKNOTIZIE





TG1 nozze

2 02 2008

Il TG1 delle 13:30 stava volgendo come di consueto a giusta conclusione quando, poco prima del mollicoso DoReCiakGulp!, ecco il Di Giannantonio annunciare una notizia appena arrivata in redazione.

( ! )

( Cosa sarà mai successo? )

( E’ caduto il governo? no, no è già caduto )

( Una smentita di un qualche nanopolitico? )

( Una nota papale? )

( Un qualche processo in prescrizione? )

Pare che Sarkozy e Carla Bruni si siano sposati di nascosto.
Non lo volevano far sapere a nessuno. E direi che ci sono riusciti: a me non è arrivata alcuna partecipazione, e a voi?
Sembra che lo abbiano detto solo a un giornalista che era nel luogo segreto dove si sono tenute le nozze per girare un servizio su un cane e un gatto che fanno surf insieme ai loro padroni.
Sarkozy ha chiesto al giornalista di giurare di non parlare del matrimonio con nessuno. Il giornalista ha detto “giurin-giurello”. Credo che avesse le dita incrociate.

Qualche mese fa anche un mio lontano cugino ha celebrato il suo matrimonio in gran segreto. Non lo ha detto a nessuno, neanche a sua madre. Ha voluto organizzare una cerimonia molto intima. Pensate, il mio lontano cugino è stato talmente riservato che quel giorno il TG1 non ha trasmesso nessun servizio sul suo matrimonio!

Dopo essermi ripreso dallo stato catatonico in cui mi aveva lasciato la sigla di DoReCiakGulp!, sono piombato in uno stato alternatamente schizzato e allucinato alla vista e all’ascolto di un servizio su un cane e un gatto che fanno surf insieme ai loro padroni.

Quando le scimmie ci domineranno vedremo al telegiornale servizi su uomini capaci di giocare partite di biliardo impugnando la stecca con i piedi.

networkDalla rete: melquiadesestrada.blogspot.com

Vota questo post: OkNO – OKNOTIZIE








Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.